Dossier

In moto: priorità alla sicurezza

In moto: priorità alla sicurezza
Trovare l'entrata in curva perfetta, sentire il cuore che pulsa alla velocità del motore e abbandonarsi all'abbraccio del vento. La moto è un'emozione, una passione. Purtroppo però il rischio di incidente è sempre in agguato. Ecco come fare per giungere a destinazione in sicurezza.

Pochi chilometri ad alto rischio

Velocità elevate, sagoma stretta, assorbimento degli urti ridotto: i motociclisti sono esposti a un rischio di incidente particolarmente elevato. Coprono solo il 3% dei chilometri percorsi complessivamente sulle strade svizzere, ma a un quarto dei feriti gravi per un incidente della circolazione rientrano proprio nella loro categoria. Ogni anno 3600 centauri subiscono un infortunio.

Sulle strade svizzere

ogni anno muoiono circa 50 motocicliste e motociclisti.

Ogni anno

gli incidenti motociclistici comportano 1040 feriti gravi.

La buona notizia è che il numero di incidenti motociclistici gravi o mortali è sensibilmente diminuito negli ultimi anni. Eppure le notizie di drammi della strada che coinvolgono centauri sono frequenti, soprattutto dopo i fine settimana di bel tempo. La categoria più colpita è quella dei giovani tra 16 e 24 anni.

Causa di incidente n. 1: violazione del diritto di precedenza

Il 55% degli incidenti motociclistici è dovuto a una collisione con un altro veicolo, che spesso si verifica alle intersezioni all'interno di una località. In circa due terzi dei casi la responsabilità è del veicolo antagonista. Perché? Semplicemente perché i conducenti non vedono le moto, più «piccole» rispetto ad altri veicoli, o le vedono troppo tardi.

Causa di incidente n. 2: velocità eccessiva

In circa due terzi dei casi gli incidenti motociclistici gravi sono incidenti a veicolo isolato. E la causa più frequente è la velocità eccessiva. Il problema non è tanto il superamento dei limiti di velocità, quanto la scelta di una traiettoria sbagliata o errori nella valutazione delle condizioni stradali. Conseguenza: tragiche collisioni con oggetti che si trovano sulla carreggiata o nelle sue immediate vicinanze.

In ⅔

dei casi una guida difensiva permetterebbe di ridurre in modo significativo gli incidenti motociclistici.

Evitare gli incidenti in moto non è una responsabilità esclusiva dei centauri. Anche gli altri utenti della strada, in particolare gli automobilisti, possono fare qualcosa.

Prevenire gli incidenti. Le consulenze dell'UPI.

Consigli per le aziende: pratici e veloci

I SafetyKit dell'UPI sono soluzioni pronte all'uso con tutto il materiale necessario per sensibilizzare i collaboratori sugli infortuni non professionali: manifesti, volantini, presentazione PowerPoint e un video.

Pubblicazioni e materiale

  • Sinus 2020 – Livello di sicurezza e incidentalità nella circolazione stradale 2019

    2.382, Ricerca e statistica, SINUS A4, 0 pagina, disponibile anche in tedesco, francese
    picture_as_pdf Scaricare PDF
  • Status 2020 – Statistica degli infortuni non professionali e del livello di sicurezza in Svizzera

    2.384, Ricerca e statistica, STATUS A4, 66 pagine, disponibile anche in tedesco, francese, inglese
    picture_as_pdf Scaricare PDF
  • Dossier sicurezza dell'upi n. 12 – Traffico motociclistico

    2.211, Ricerca e statistica, Dossier sicurezza A4, 160 pagine, disponibile anche in tedesco, francese
    picture_as_pdf Scaricare PDF
  • Barometro UPI della sicurezza – Livello di sicurezza sulle strade svizzere 2020

    2.383, Ricerca e statistica, Basi A4, 12 pagine, disponibile anche in tedesco, francese
    picture_as_pdf Scaricare PDF
shopping_cart
Vai al carrello
0

Congratulazioni, la sicurezza nello sport è importante per te.

Scopri i preziosi consigli dell’UPI per la tua attività sportiva.

Congratulazioni, la sicurezza nello sport è importante per te.