Campagna

Doppia prudenza Attenzione, in strada i bambini sono imprevedibili

Doppia prudenza
Quando ci sono dei bambini, la prudenza non è mai troppa. Soprattutto i conducenti di veicoli a motore devono essere pronti a tutto. All’improvviso, una situazione apparentemente sicura può diventare pericolosissima. Con il sostegno del Fondo di sicurezza stradale e della polizia, l’UPI ha quindi avviato una campagna nazionale di sensibilizzazione volta a incrementare la sicurezza dei bambini nel traffico.

I bambini in età scolastica sono inesperti e vulnerabili

Ogni anno sulle strade svizzere 950 bambini fino ai 14 anni s’infortunano a piedi, in monopattino o in bici; il 40% sul tragitto casa-scuola. 750 bambini se la cavano con ferite lievi, 190 riportano invece lesioni gravi. 7 bambini perdono la vita.

Ecco perché i bambini sono imprevedibili

L’UPI e l’assicurazione contro gli infortuni AXA hanno avviato una campagna nazionale di sensibilizzazione, volta in particolare a rendere attenti i conducenti all’imprevedibilità dei bambini sul marciapiede o sulla strada. Un aspetto che genera pericoli. I bambini non assumono comportamenti a rischio intenzionalmente o per maleducazione: sono semplicemente bambini. Ad esempio, a causa della loro statura hanno un campo visivo limitato e non riescono a vedere oltre gli ostacoli. Non sanno valutare correttamente la velocità e le distanze. La consapevolezza del pericolo non è ancora pienamente sviluppata nei bambini con meno di 10 anni. Di conseguenza, i conducenti devono essere doppiamente prudenti: nei confronti di loro stessi e in quelli dei bambini.

La circolazione stradale attraverso gli occhi di un bambino

Oltre ai manifesti, ai banner online e alle indicazioni sugli schermi ai distributori di benzina, la campagna propone diversi video di realtà virtuale a 360°. Grazie a visori speciali o a una cardboard e allo smartphone, è possibile vivere un’esperienza incredibile: la circolazione stradale nell’ottica di un bambino. La campagna è stata realizzata dall’UPI in collaborazione con la polizia ed è finanziata dal Fondo di sicurezza stradale.

Le iniziative si rivolgono anche ai bambini stessi. Ad esempio danno loro la possibilità di sorprendere adulti, parenti e conoscenti con una cartolina postale che al contempo informa sul comportamento imprevedibile dei bambini nella circolazione stradale.

Il percorso casa-scuola con gli occhi di un bambino

Vai alla campagna

shopping_cart
Vai al carrello
0