Consigli

Trekking Vivere la montagna in sicurezza

La Svizzera vanta una rete di sentieri lunga 65 000 km dei quali 22 000 km sono segnalati. Il pericolo di scivolare o di inciampare è spesso dietro l’angolo. Circa 30 000 persone subiscono ogni anno un infortunio facendo escursionismo o trekking. Segui i consigli dell’UPI per goderti la montagna in piena sicurezza.

I 3 consigli principali

  • Pianifica accuratamente l’escursione
  • Usa un equipaggiamento adatto
  • Resta vigile

Pianificare l’escursione

Il trekking è più impegnativo di quanto si possa pensare. Per evitare brutte sorprese anche nelle escursioni «normali», meglio prepararle accuratamente. In particolare:

  • pianifica l’itinerario, il tempo di marcia (con margine di riserva) e le alternative
  • tieni conto del grado di difficoltà, delle condizioni del sentiero e della meteo e
  • informa familiari o conoscenti sull’itinerario, specialmente se parti da sola/o.

L’escursione è adeguata alle tue capacità?

Per apprezzare al meglio l’escursione, non andare oltre i tuoi limiti. Valuta oggettivamente le tue capacità e quelle del gruppo e tienine conto quando pianifichi l’escursione. Per calcolare il tempo di marcia (pause escluse) puoi applicare la seguente regola:

  • in salita: 15 minuti per 100 metri di dislivello più 15 minuti per chilometro di distanza orizzontale
  • in discesa: 15 minuti per 200 metri di dislivello più 15 minuti per chilometro di distanza orizzontale

La segnaletica indica il grado di difficoltà. I sentieri di montagna, segnalati in bianco-rosso-bianco, possono essere ripidi, stretti ed esposti. Richiedono un passo sicuro, l’assenza di vertigini e una buona condizione fisica. Se scegli un itinerario impegnativo, è meglio se lo fai in due o ti aggreghi a un gruppo.

Escursionismo e trekking con l’equipaggiamento adatto

Per praticare l'escursionismo e il trekking è fondamentale essere equipaggiati a puntino. In particolare:

  • scarponi robusti con un buon profilo
  • vestiti caldi e resistenti alle intemperie
  • protezione solare
  • cellulare
  • cartine aggiornate: offline o cartacee. Il cellulare può spegnersi o non avere ricezione
  • qualcosa da mangiare
  • kit di pronto soccorso e coperta isotermica

Restare vigili

Se sei stanca/o, il tuo passo è meno sicuro. Ecco perché è importante assumere una quantità sufficiente di liquidi, mangiare e fare soste in intervalli regolari. Sei ancora nei limiti della tabella di marcia? Il tempo è bello? Come sono le condizioni del sentiero? Il gruppo è ancora in buone condizioni? In caso contrario, torna indietro o scegli un itinerario alternativo.

A scuola

Avere sempre tutto sotto controllo durante una gita scolastica in montagna non è cosa facile. Scarsa conoscenza dell'itinerario, numero insufficiente di accompagnatrici/accompagnatori, equipaggiamento inadatto, repentino cambiamento del tempo, inosservanza delle regole di comportamento: tutti questi fattori possono causare cadute, ferite da taglio, ustioni, annegamenti o perfino un incidente stradale.

Preparazione adeguata

  • Per preparare l'uscita, puoi consultare i fogli didattici 4.039 «Camminate – Gite scolastiche – Escursioni» dell'UPI.
  • Pianifica l'uscita in modo accurato e con sufficiente anticipo, tenendo conto delle capacità delle allieve e degli allievi e prevedendo un programma alternativo in caso di cattivo tempo.
  • Fai un sopralluogo (punti di sosta sicuri, passaggi difficili, punti a rischio di caduta, ricezione cellulare, possibilità di dissetarsi ecc.).
  • Trova almeno due persone che possano fare da accompagnatrici/accompagnatori e coinvolgile nella pianificazione.
  • Informa la direzione scolastica e ottieni il suo consenso, chiarisci gli aspetti relativi alla sicurezza.
  • Elabora insieme alla classe un codice di comportamento e fallo rispettare.
  • Accordati con le allieve e gli allievi sul modo di affrontare situazioni particolari (ad es. attraversamento di un ruscello, mucche al pascolo).
  • Sorveglia la classe costantemente e con attenzione.
  • L'insegnante cammina in testa al gruppo.
  • La prima persona accompagnatrice procede in mezzo al gruppo e la seconda lo chiude.
  • Fai camminare davanti le allieve e gli allievi che richiedono una sorveglianza particolare.
  • Fai regolarmente delle pause.
  • Esigi una tenuta adeguata (ad es. scarpe da trekking e protezione contro la pioggia).
  • In caso di cattivo tempo o se le allieve e gli allievi non hanno la condizione psicofisica necessaria, interrompi l'escursione o accorciala.
  • Porta con te un kit di pronto soccorso, un cellulare carico e un elenco con i numeri di emergenza.

Direttive e norme cantonali

Rispetta le disposizioni cantonali e le direttive sull’attuazione dei piani di studio.

Consigli per le aziende: pratici e veloci

I SafetyKit dell'UPI sono soluzioni pronte all'uso con tutto il materiale necessario per sensibilizzare i collaboratori sugli infortuni non professionali: manifesti, volantini, presentazione PowerPoint e un video.

Per i monitori e le monitrici G+S

I monitori e le monitrici che rispettano i principi pubblicati da G+S e dall’UPI non forniscono solo un importante contributo alla prevenzione degli infortuni, ma riducono anche il rischio di subire una condanna penale o di essere chiamati a rispondere in sede civile.

Approfondimenti giuridici e sentenze del Tribunale federale

Sport è sinonimo di libertà e crescita individuale. Tuttavia, anche gli sportivi devono rispettare le leggi.

Il tuo team UPI

Monique Walter

Monique Walter

Consulente Sport e attività fisica

Pubblicazioni e materiale

  • Trekking – Vivere la montagna in sicurezza

    Consigli di sicurezza, Opuscolo A5, 8 pagine, 3.010, disponibile anche in tedesco, francese
    picture_as_pdf Scaricare PDF
shopping_cart
Vai al carrello
0

Congratulazioni, la sicurezza nello sport è importante per te.

Scopri i preziosi consigli dell’UPI per la tua attività sportiva.

Congratulazioni, la sicurezza nello sport è importante per te.