Consigli

Jogging Correre senza infortuni

Brucia i grassi, rafforza il sistema immunitario: correre fa bene. Almeno finché non ti fai male. Nella popolazione svizzera residente ogni anno circa 21 000 persone si infortunano mentre fanno jogging. L’UPI ti spiega come correre in sicurezza.

5 consigli principali

  • Incrementa gradualmente la frequenza, la durata e l’intensità dello sforzo
  • Completa il jogging con esercizi di rafforzamento, soprattutto dopo un infortunio
  • Mantieni alta la concentrazione sui terreni impegnativi
  • Renditi visibile anche di giorno
  • Fatti consigliare da uno specialista per l’acquisto delle scarpe da corsa

Jogging fa bene allo spirito

Il jogging permette di tenere allenati mente e corpo. Correndo si accelera la lipolisi e si rafforza il sistema immunitario. A lungo termine il sistema scheletrico diventa più resistente, i vasi sanguigni e i tendini più elastici e il sistema cardio-circolatorio più stabile. Il jogging, insomma, fa bene al corpo e alla mente. Ed è anche abbastanza sicuro.

Sebbene si contino ogni anno un migliaio di infortuni, quelli gravi sono rari. Distorsioni, stiramenti, strappi. Gli infortuni più seri riguardano di solito l’articolazione tibio-tarsica o le ginocchia.

Molto spesso sono gli errori nel carico di allenamento a causare problemi. Le lesioni da sovraccarico come l’infiammazione del tendine di Achille sono da 30 a 50 volte più frequenti di altre.

Correre in sicurezza

Gli infortuni possono però anche essere evitati. Anche i dilettanti devono pianificare gli allenamenti e acquisire una buona tecnica di corsa.

In ogni caso è importante dare tempo al proprio corpo. Comincia con allenamenti brevi, non troppo faticosi. Incrementa progressivamente la frequenza, la durata e l’intensità. Ricorda che il tuo corpo ha bisogno di un periodo di adattamento anche quando cambi lo stile di corsa, il fondo (ad esempio passi dalla strada asfaltata al sentiero nel bosco) o le scarpette.

Soprattutto dopo un infortunio, fai esercizi di rafforzamento e stretching per stabilizzare le articolazioni tibio-tarsiche, le ginocchia e il tronco.

E un’ultima raccomandazione: le norme della circolazione valgono anche per chi va a correre. Se ti rendi visibile, riduci sensibilmente il rischio di essere investito. Indossa abiti chiari con inserti riflettenti, fasce rifrangenti e eventualmente una lampada frontale.

Consigli per le aziende: pratici e veloci

I SafetyKit dell’UPI sono soluzioni pronte all’uso con tutto il materiale necessario per sensibilizzare i collaboratori agli infortuni non professionali: manifesti, volantini, presentazione PowerPoint e un video.

«Power to win» per lo sport monitorato

«Power to win» illustra le forme di allenamento interdisciplinari per rendere le sportive e gli sportivi più forti, veloci, robusti e agili, riducendo così il rischio d’infortuni. «Power to win» prevede tre livelli di esercizi che possono essere facilmente integrati nel normale allenamento. Gli esercizi sono adatti sia per l’insegnamento dell’educazione fisica nelle scuole sia per le associazioni sportive. G+S e l’Ufficio federale dello sport UFSPO hanno dato avvio a «Power to win» mentre l’UPI ha fornito il supporto tecnico e finanziario per il suo sviluppo. 

Il tuo team UPI

Evangelos  Marcoyannakis

Evangelos Marcoyannakis

Consulente Sport e attività fisica
shopping_cart
Vai al carrello
0

Congratulazioni, la sicurezza nello sport è importante per te.

Scopri i preziosi consigli dell’UPI per la tua attività sportiva.

Congratulazioni, la sicurezza nello sport è importante per te.