Consigli

Emergenza a scuola Comportamento ed equipaggiamento

Emergenza a scuola
Reagire correttamente dopo un incidente non è facile, soprattutto nel contesto scolastico. Scopri a cosa prestare attenzione.

L’essenziale per le emergenze

Obiettivo in caso di emergenza: reagire in modo rapido e corretto, così da limitare il più possibile le lesioni di persone e i danni materiali. Tutt’altro che semplice in una scuola. Oltre a preoccuparsi dell’alunno infortunato, è importante non trascurare gli altri bambini e ragazzi, ed evitare di andare nel panico. Quindi occorre sapere cosa fare in caso d’emergenza.

Preparazione adeguata

Corsi di pronto soccorso

In tutta onestà: anche se molti seguono il corso di pronto soccorso, chi dopo qualche anno ricorda ancora quali siano le misure corrette in caso d’emergenza? Pertanto, l’UPI consiglia di rendere obbligatoria per docenti, operatori educativi, ma anche per custodi, la frequenza regolare di un corso per rinfrescare le conoscenze; idealmente osservando un intervallo massimo di 5 anni.

La Federazione svizzera dei samaritani svolge dei corsi di aggiornamento. Con il progetto «Samaritani scolastici» gli alunni della scuola media e secondaria possono inoltre seguire una formazione di primo soccorso.

Primo soccorso

Oltre alle competenze di pronto soccorso, ovviamente è necessario anche il giusto equipaggiamento. In particolare quanto segue.

  • Kit di pronto soccorso: i kit di pronto soccorso devono essere sempre a portata di mano e completamente equipaggiati per la medicazione delle ferite. Quindi occorre contrassegnarli in modo vistoso e riporli in un luogo centrale. Ogni scuola deve disporre di diversi kit di pronto soccorso: ad es. nell’aula docenti, in palestra, nei locali dove si svolgono le attività creative, l’economia domestica e le lezioni di chimica, ma anche nel locale esterno per le attrezzature del campo sportivo e nella piscina. Il locale per le lezioni di chimica deve disporre di ulteriori installazioni e materiali in caso di lesioni agli occhi (ad es. doccia d’emergenza o lavaocchi). Per ogni attività al di fuori dell’area scolastica il docente deve assicurarsi che il suo equipaggio standard includa anche un piccolo kit di pronto soccorso.
  • Defibrillatore: in caso di arresto cardiaco conta ogni singolo minuto. L’acquisto di defibrillatori è dunque fortemente consigliato anche per le scuole. Nonostante gli strumenti più recenti siano autoesplicativi, la formazione regolare dei collaboratori resta importante per potere reagire correttamente in caso di emergenza.
  • Telefono/cellulare: il telefono o cellulare (privato) consente di allertare immediatamente i soccorsi. Oggigiorno per i docenti il cellulare rientra nell’equipaggiamento standard di ogni attività svolta fuori dall’area scolastica.

Numeri d’emergenza

Qual era il numero d’emergenza? Per non perdere tempo prezioso in caso di emergenza si consiglia di esporre in modo ben visibile in ogni aula scolastica e su ogni kit di pronto soccorso i numeri principali.

Piani d’emergenza

Ogni scuola necessita di un piano d’emergenza che regoli il procedimento da seguire in caso di incidenti, incendi, morte, attacchi omicidi ecc. Il concetto d’emergenza va messo a punto in collaborazione con le autorità locali e gli uffici specialistici.

Direttive e norme cantonali

Rispetta le disposizioni cantonali e le direttive sull’attuazione dei piani di studio.

Approfondimenti giuridici

Come gestire al meglio i pericoli? A scuola la competenza del rischio è un tema importante per tutti: bambini, adolescenti e docenti.

shopping_cart
Vai al carrello
0

Congratulazioni, la sicurezza nello sport è importante per te.

Scopri i preziosi consigli dell’UPI per la tua attività sportiva.

Congratulazioni, la sicurezza nello sport è importante per te.