Se il dispositivo (e-bike escluse) rientra in una categoria di veicoli contemplata dalla legge (ad es. quella dei ciclomotori), se soddisfa tutti i requisiti tecnici e presenta le caratteristiche richieste per tale categoria, potrebbe essere utilizzato su determinate aree di traffico pubbliche. I dispositivi di mobilità personale a propulsione elettrica possono essere suddivisi nelle categorie di seguito presentate.

Monopattini elettrici

Se il telaio, il manubrio, le forcelle e le ruote sono sufficientemente solidi, i monopattini sono considerati ciclomotori leggeri in virtù dell'art. 18 lett. b OETV, ossia veicoli con una potenza massima del motore di 0,5 kW e una velocità per costruzione (ossia senza forza muscolare umana) fino a 20 km/h o fino a 25 km/h in caso di pedalata assistita.

Età minima: 14 anni
Licenza di condurre: 14-16 anni = cat. M / +16 anni = nessuna
Casco: non obbligatorio, ma consigliato
Approvazione del tipo: non necessaria
Targa di controllo: non necessaria

Segway (inclusi monocicli, hoverboard ecc.)

I segway sono contemplati all'art. 18 lett. d OETV. Sono definiti come veicoli monoposto, autobilanciati, a propulsione elettrica e aventi una potenza del motore complessiva di 2,00 kW al massimo, una parte considerevole della quale è impiegata per bilanciare il veicolo, e una velocità massima per costruzione di 20 km/h. Per questi veicoli sono richieste un'approvazione del tipo, una targa di controllo e una licenza di circolazione.

Età minima: 14 anni
Licenza di condurre: 14-16 anni = cat. M / +16 anni = nessuna
Casco: non obbligatorio, ma consigliato
Approvazione del tipo: obbligatoria
Targa di controllo: obbligatoria

Essendo dispositivi di mobilità personale autobilanciati, il monociclo e l'hoverboard potrebbero rientrare nella categoria dei segway. Tuttavia, poiché non dispongono di un'approvazione del tipo e/o non soddisfano i requisiti tecnici, attualmente non sono ammessi alla circolazione e non possono essere utilizzati su aree di traffico pubbliche.

Skateboard elettrici

Gli skateboard elettrici non sono azionati solo dalla forza muscolare dell'utente. Non sono dotati di un manubrio, non sono autobilanciati e non rientrano nella categoria dei ciclomotori perché non soddisfano i requisiti previsti dalla normativa vigente (tecnica, potenza, dotazione ecc.). Di conseguenza non sono considerati né mezzi simili a veicoli (cfr. scheda «Dove posso circolare con il mio monopattino (pattini in linea, skateboard, bici per bambini ...) e quali norme di circolazione devo rispettare?» nelle pagine di consulenza giuridica) né motocicli e non possono essere utilizzati su aree di traffico pubbliche.

Aree di traffico

I dispositivi di mobilità personale a propulsione elettrica presentati in questa scheda hanno caratteristiche differenti e possono quindi essere utilizzati su aree di traffico diverse. I monocicli, gli hoverboard e gli skateboard elettrici non dispongono di un'approvazione del tipo e non soddisfano i requisiti tecnici. Di conseguenza non possono essere utilizzati su aree di traffico pubbliche, ossia né sui marciapiedi, né nelle zone pedonali, né sulle ciclopiste, né sulle strade (enumerazione non esaustiva). Le aree di traffico sono pubbliche se sono utilizzate da una cerchia indeterminata di utenti. Ciò significa che anche il parcheggio di un centro commerciale è considerato pubblico. Cliccare qui per maggiori informazioni sulla delimitazione tra aree di traffico pubbliche e strade private.

Per quanto concerne il rispetto delle norme della circolazione, i monopattini elettrici e i segway sono equiparati alle biciclette (art. 42 cpv. 4 ONC). I conducenti di questi dispositivi di mobilità personale devono quindi circolare sulle ciclopiste e sulle corsie loro riservate (art. 46 cpv. 1 LCStr) e possono utilizzare aree di traffico riservate ai pedoni solo in presenza dell'indicazione «Ciclisti» su una tavola complementare (art. 64 cpv. 6 OSStr).

shopping_cart
Vai al carrello
0