Legge rilevanti keyboard_arrow_down

Per la pianificazione e l'arredo dei parchi giochi accessibili al pubblico in Svizzera praticamente non esistono regolamenti di legge specifici emanati dal legislatore. Negli ordinamenti edilizi cantonali e/o comunali spesso si trova solo la frase che la costruzione – p.es. un parco giochi – deve essere realizzata «secondo le regole riconosciute dell'arte della costruzione» oppure «secondo lo stato della tecnica». Nella giurisprudenza a questi concetti giuridici indefiniti è associata la supposizione (confutabile) che le norme tecniche emanate dagli organismi tecnici riflettano lo stato della tecnica.

Altalene, scivoli ecc. per uso privato, come spesso si vedono nel giardino delle case unifamiliari, sono considerati giochi sotto l'aspetto giuridico. Essi sono soggetti alla Legge federale sulle derra-te alimentari e gli oggetti d'uso, e precisamente all'Ordinanza sui giocattoli.

Norme tecniche rilevanti keyboard_arrow_down

I requisiti della tecnica della sicurezza nei parchi giochi e per gli attrezzi da gioco accessibili al pubblico sono dettagliatamente definiti nelle seguenti norme:

  • SN EN 1176«Attrezzi e aree da gioco»
  • SN EN 1177«Rivestimenti di superfici di aree da gioco ad assorbimento d'impatto»

Queste Norme Europee sono state recepite nella normativa svizzera nel 1999. Inoltre, per l'arredo dei parchi giochi si deve osservare anche la norma SIA 500 «Costruzioni senza ostacoli». Dipende dalla legislazione edilizia cantonale stabilire se un parco giochi nei condomini debba essere consi-derato un luogo accessibile al pubblico.

I requisiti basilari sanitari e di sicurezza dei giocattoli sono specificati nella norma SN EN 71 «Sicurezza dei giocattoli».

In linea di principio le norme tecniche ai sensi della Legge federale sugli ostacoli tecnici al commer-cio non hanno valore giuridico vincolante. Esse non sono norme giuridiche e la loro applicazione resta una scelta volontaria. Possono tuttavia acquisire una rilevanza giuridica nel momento in cui dinanzi ai Tribunali, nel contesto di requisiti per il risarcimento di danni o di procedimenti penali, vengono consultate come scala per la cura da applicare. Si raccomanda quindi di attenersi alle sud-dette norme tecniche per la pianificazione, la costruzione o il rinnovamento di un parco giochi ac-cessibile al pubblico.

Sicurezza dei prodotti keyboard_arrow_down

Gli attrezzi da gioco rientrano nel campo di applicazione della Legge federale sulla sicurezza dei prodotti (LSPro). Secondo l'art. 3 cpv. 1 e 2 LSPro un prodotto può essere immesso in commercio se il suo impiego normale o ragionevolmente prevedibile non espone a pericolo, o espone soltanto a pericoli minimi, la sicurezza e la salute dei loro utenti e di terzi. Il prodotto deve soddisfare i re-quisiti essenziali di sicurezza e di tutela della salute oppure, se tali requisiti non sono stati definiti, corrispondere all'ultimo stato della scienza o della tecnica. Dal momento che per gli attrezzi da gio-co tali requisiti non sono stati definiti, deve essere applicato lo stato della scienza o della tecnica. Come scala di riferimento per lo stato della tecnica per gli attrezzi da gioco si fa riferimento alla norma SN EN 1176. Costruttori e importatori hanno inoltre l'obbligo di tenere sempre sotto osser-vazione i prodotti dopo averli messi in commercio e di denunciare alle autorità esecutive competenti i pericoli individuati. L'autorità competente per il controllo del mercato delle aree da gioco è l’UPI – Ufficio prevenzione infortuni.

La LSPro è applicabile anche per i giocattoli per uso privato, salvo regolamentazione definitiva adottata dall'Ordinanza sui giocattoli. L'autorità competente per il controllo del mercato è l'Ufficio federale della sanità pubblica.

Manutenzione keyboard_arrow_down

Usura, agenti atmosferici, affaticamento dei materiali e atti di vandalismo lasciano i loro segni. Una regolare esecuzione di interventi di controllo e manutenzione sono un importante contributo alla prevenzione degli infortuni e possono al tempo stesso ridurre i rischi di responsabilità del proprie-tario o gestore del parco giochi:

  • Scrivete un capitolato d'oneri e nominate un esperto che sia competente per gli interventi di orga-nizzazione, controllo, manutenzione e riparazione del parco giochi.
  • Eseguite regolarmente ispezioni visive per individuare fonti di rischio palesi.
  • Aggiungetevi ispezioni dettagliate degli attrezzi per verificare eventuali parti usurate e la stabilità dell'attrezzo (ispezione operativa).
  • Ogni anno controllate la sicurezza d'esercizio di attrezzi, fondazioni, superfici e pavimentazione (ispezione annuale).
  • Compilate una lista con tutti i controlli e gli interventi di manutenzione e riparazione.

Conclusione

  • I parchi giochi con una carente sicurezza possono essere una seria fonte di incidenti. Una pianifi-cazione lungimirante, un’esecuzione dei lavori a regola d’arte e una periodica manutenzione spes-so aiutano a individuare tempestivamente e ridurre i rischi.
  • Le norme SN EN 1176 e SN EN 1177 definiscono in modo dettagliato i requisiti di sicurezza per i parchi giochi accessibili al pubblico. Si raccomanda inoltre di attenersi alla norma SIA 500 «Costru-zioni senza ostacoli».
  • Le norme tecniche di per se non sono giuridicamente vincolanti, ma possono acquisire rilevanza giuridica, p.es. se vengono applicate dai Tribunali nell’ambito di requisiti di risarcimento danni, op-pure in procedimenti penali, come scala di riferimento per la dovuta cura e per lo stato della tecni-ca.
  • Si raccomanda vivamente di rispettare le norme tecniche pertinenti. I parchi giochi accessibili al pubblico che soddisfano i requisiti di sicurezza della norma SN EN 1176 contribuiscono a prevenire infortuni e al tempo stesso a ridurre il rischio di responsabilità del proprietario o gestore.
shopping_cart
Vai al carrello
0

Congratulazioni, la sicurezza nello sport è importante per te.

Scopri i preziosi consigli dell’UPI per la tua attività sportiva.

Congratulazioni, la sicurezza nello sport è importante per te.