Campagna

Circolazione stradale E-Bike veloce, frenata lunga.

Circolazione stradale
Negli ultimi anni le vendite di e-bike hanno segnato un rapido incremento. Purtroppo sono aumentati anche gli infortuni. Per ovviarvi, l’UPI e l’assicurazione contro gli infortuni AXA hanno avviato una campagna nazionale di sensibilizzazione.

Incidenti in e-bike, nuovo picco

Le distanze sembrano più brevi e le discese meno ripide. In sella a un’e-bike pedaliamo come se avessimo il vento in poppa. Questo è uno dei motivi per i quali questo veicolo è sempre più apprezzato. Lo scorso anno una bici venduta su tre era elettrica. Parallelamente è aumentata anche l’incidentalità. Nel 2018, con 12 morti e 309 feriti gravi si è toccato un nuovo picco.

In sella a un’e-bike è tutto più veloce

Visto che con le bici elettriche si possono raggiungere velocità elevate, è più facile subire un incidente che non con una bici normale. Se la velocità è elevata, lo spazio di frenata risulta più lungo e il rischio di ferirsi o di perdere la vita in caso di incidente è maggiore.

Campagna e test sullo spazio di frenata

Per attirare l'attenzione sui maggiori rischi, l’UPI e l’assicurazione contro gli infortuni AXA hanno lanciato una campagna nazionale di sensibilizzazione. In quasi tutti i Comuni svizzeri saranno affissi per diverse settimane nel corso dell’anno una serie di manifesti di sicuro impatto. Le aziende potranno inoltre disporre di un SafetyKit con diversi strumenti per informare i propri collaboratori sui rischi dell’e-bike. Perno della campagna è il portale mano-sul-freno.ch che include un test interattivo sullo spazio di frenata.

shopping_cart
Vai al carrello
0