Comunicato stampa | 14 ottobre 2019

Sondaggio UPI Pomodorini ciliegini per bambini piccoli: un rischio sottovalutato

Ogni terza persona in Svizzera è convinta che un pomodorino ciliegino non rappresenti alcun pericolo per i bambini nella prima infanzia. Il rischio di soffocare con alimenti di questa dimensione è invece molto reale, anche se a vederli non si direbbe affatto. Ogni anno in Svizzera muoiono mediamente due bambini sotto i cinque anni a causa di un soffocamento. L’UPI raccomanda pertanto di conservare fuori dalla portata di mano dei bambini piccoli gli oggetti e gli alimenti di dimensioni inferiori a una pallina da ping pong.

Dal sondaggio UPI emerge che circa il 90% della popolazione svizzera è a conoscenza del rischio che rappresentano le biglie o le noccioline per i bambini piccoli. Tuttavia, molti sottovalutano il pericolo di soffocamento costituito da numerosi altri alimenti. Quasi ogni terza persona (31%) crede che mangiare un pomodorino ciliegino non sia pericoloso per i bambini nella prima infanzia, mentre il 23% sottovaluta il rischio rappresentato da un chicco d’uva.

Chi ha bambini o si occupa spesso di bambini non necessariamente possiede una maggiore consapevolezza del pericolo. Se nelle economie domestiche senza bambini il 61% delle persone giudica i pomodorini ciliegini pericolosi per i bambini piccoli, nelle economie domestiche con bambini sotto i 6 anni il tasso corrispondente non è molto più alto (64%). Gli esperti mettono in guardia anche da wienerli, croste di pane, carote o piccoli pezzetti di mela.

In Svizzera ogni anno due bambini sotto i cinque anni muoiono a causa di un soffocamento, come dimostra la media, invariata da anni. L’UPI raccomanda quindi di conservare fuori dalla portata di mano dei bambini piccoli gli oggetti e gli alimenti di dimensione inferiore a una pallina da ping pong. Inoltre, i bambini più grandi andrebbero resi attenti al fatto che i piccoli non devono ricevere questo tipo di alimenti né giocare con oggetti piccoli.

Sorvegliare sempre i bambini piccoli nella vasca da bagno

Gli incidenti mortali per annegamento nei bambini si verificano con una frequenza del tutto simile. Anche questo rischio viene spesso sottovalutato dagli adulti. Un terzo dei quali è infatti convinto che un bambino piccolo possa essere lasciato da solo nella vasca da bagno in presenza di fratelli più grandi. In acqua i piccoli devono tuttavia essere sotto la sorveglianza permanente di un adulto nell’immediata vicinanza. I bambini possono infatti scivolare nell’acqua in modo del tutto inaspettato, e annegare silenziosamente nell’arco di pochi secondi.

Automobile: sistemi di assistenza alla guida ancora poco diffusi

Nel sondaggio alla popolazione svizzera l’UPI ha rivolto anche domande sul tema della circolazione stradale, tra cui sui sistemi di assistenza alla guida nelle auto più nuove. È risultato che la maggior parte degli abitanti in Svizzera li conosce, ma solo pochi si spostano prevalentemente in automobili dotate di questi sistemi di assistenza alla guida.

Un buon quarto degli svizzeri guida regolarmente un’auto munita di fari abbaglianti automatici o assistente di parcheggio. Solo l’11% conduce abitualmente un veicolo equipaggiato di riconoscitore di segnali; un sistema che tra le altre cose aiuta a rispettare il limite di velocità vigente.

L’UPI è convinto che i sistemi di assistenza alla guida dispongano di un potenziale enorme per la prevenzione degli incidenti stradali gravi. Sul portale internet smartrider.ch l’UPI illustra alla popolazione i vantaggi dei vari sistemi attualmente integrati di serie nei modelli automobilistici più recenti oppure disponibili su richiesta. Con pochi clic è possibile confrontare l’equipaggiamento tecnico delle automobili di diverse marche.

Metodo

Il sondaggio UPI viene effettuato annualmente dal 1995. Al momento consiste in un’indagine telefonica su un campione di circa 1000 persone e in due indagini online rivolte a persone tra 15 e 74 anni che si svolgono con due moduli tematici distinti. Il campione proviene dall’SRPH (quadro di campionamento per le rilevazioni presso le persone e le economie domestiche) dell’Ufficio federale di statistica. Si tratta di un campione casuale stratificato per età e regione linguistica. 1684 persone hanno partecipato all’indagine sulla circolazione stradale, 1498 persone a quella sulla casa e lo sport.

shopping_cart
Vai al carrello
0

Congratulazioni, la sicurezza nello sport è importante per te.

Scopri i preziosi consigli dell’UPI per la tua attività sportiva.

Congratulazioni, la sicurezza nello sport è importante per te.