Ricerca e statistica

Barometro della sicurezza 2022 Livello di sicurezza sulle strade svizzere

Barometro della sicurezza 2022
Negli ultimi decenni la Svizzera ha raggiunto notevoli traguardi: il numero dei feriti gravi e dei morti è diminuito in modo significativo. Recentemente sono stati compiuti passi avanti in molti altri ambiti. Eppure le statistiche mostrano che le strade non diventano più sicure per tutti, un dato confermato anche dagli indicatori presentati nella presente edizione del barometro della sicurezza.

Il numero degli incidenti non diminuisce da sé, come per magia, anzi, a volte può anche aumentare. Nel 2021, per esempio, i feriti gravi sono saliti a 3933, ai quali si aggiungono 200 morti. Questo significa che in media ogni settimana 79 persone rimangono gravemente ferite (alcune addirittura invalide) o perdono la vita in un incidente della circolazione.

198

giovani (15-17 anni) gravemente feriti in un incidente stradale.

1348

incidenti gravi dovuti alla distrazione.

548

incidenti gravi con l’e-bike nel 2021.

Il 57 %

dei ciclisti indossa il casco.

L’anno scorso il numero dei feriti gravi è aumentato ad esempio tra i pedoni, ma anche tra chi si sposta in monopattino elettrico o con un’e-bike lenta. Si sono registrati più incidenti gravi anche tra i giovani motociclisti fino a 17 anni. Dal 2021 si possono guidare motociclette e scooter con una velocità fino a 45 km/h a partire da 15 anni e moto di 125 cc a partire da 16 anni.

Il barometro della sicurezza esiste dal 2017

Per risolvere un problema bisogna conoscerlo bene. Dal 2017 il barometro della sicurezza dell'UPI valuta ogni anno la sicurezza sulle strade svizzere. L’edizione attuale non lascia adito a dubbi: rimane ancora molto da fare.

Astratto keyboard_arrow_down

Si potrebbe pensare che le strade svizzere diventino sempre più sicure, invece no. La tendenza può invertirsi come dimostra il numero dei feriti gravi passato a 3933 nel 2021 ai quali si aggiungono 200 morti. In media
dunque ogni settimana 79 persone rimangono gravemente ferite, alcune invalide, o muoiono sulla strada.

Il barometro della sicurezza dell’UPI fornisce una visione d’insieme degli ultimi sviluppi e indica per quali categorie di utenti le strade svizzere sono diventate più sicure e per quali altre lo sono invece diventate meno. Il segnale è chiaro: i decisori, i proprietari di strade e gli attori della prevenzione hanno ancora molto da fare affinché le strade svizzere diventino più sicure per tutti.

La lettura di queste pagine permette di conoscere meglio il problema e di compiere un ulteriore passo verso la soluzione.

Autore
Yvonne Achermann Stürmer, Roland Allenbach, Steffen Niemann

Anno di pubblicazione
2022

Numero DOI
10.13100/UPI.2.470.03.2022

Citazione suggerita
Achermann Stürmer Y, Allenbach R, Niemann S. Barometro della sicurezza: Livello di sicurezza sulle strade svizzere 2022. Berna: UPI, Ufficio prevenzione infortuni; 2022. DOI: 10.13100/UPI.2.470.03.2022

Vai alla pubblicazione

  • Barometro della sicurezza 2022

    Ricerca e statistica, Basi A4, 12 pagine, 2.470, N° DOI 10.13100/UPI.2.470.03.2022, disponibile anche in tedesco, francese
    picture_as_pdf Scaricare PDF

DOI Desk

Trovi tutte le pubblicazioni di ricerca dell UPI nel DOI-Desk

shopping_cart
Vai al carrello
0

Congratulazioni, la sicurezza nello sport è importante per te.

Scopri i preziosi consigli dell’UPI per la tua attività sportiva.

Congratulazioni, la sicurezza nello sport è importante per te.