SPRACHE

Application for order

You already have an account, please sign-in to comment.

You do not have an account, please register here.

Register

You do not have an account, please register here.

Weitere Informationen

Kontakt

Forum upi

Le biciclette perdono terreno?

La Svizzera capeggia la classifica: in base alla popolazione, nel 2016 in nessun altro Paese dell'OCSE sono morte così poche persone nella circolazione stradale come in Svizzera. Quale riconoscimento del suo fruttuoso impegno a favore di una maggiore sicurezza stradale, nel 2017 la Svizzera è stata insignita del Premio europeo per la sicurezza stradale. Non sarà ammesso alcun cedimento degli sforzi finora compiuti se si vorrà raggiungere l'obiettivo formulato dall'USTRA di fare scendere entro il 2030 il numero di vittime della circolazione stradale sotto i 100 morti e 2500 feriti gravi all'anno.

Dalla lettura dell'attuale statistica d'incidente emerge la necessità di prestare particolare attenzione alla sicurezza nel traffico ciclistico: mentre nell'ultimo decennio il numero di danni gravi alla persona negli occupanti di un'auto si è dimezzato, tra i ciclisti non si osserva alcuna riduzione. Stando alle prospettive di traffico 2040 della Confederazione, si verificherà un incremento del traffico ciclistico circa due volte superiore rispetto al traffico motorizzato individuale. L'aumento della concentrazione e dell'eterogeneità del traffico rende sempre più difficoltoso prevenire i danni alla persona e i casi di decesso dovuti agli incidenti, soprattutto nei paesi e nelle città. Pertanto, le misure di sicurezza devono andare ben oltre gli interventi isolati e scollegati dalla pianificazione dei trasporti. Si tratta di realizzare una politica del traffico in cui i diversi utenti della strada si impegnano a cooperare in modo sicuro ed efficiente.

Il 20° forum dell'upi vuole inserire nell'agenda dei decisori la sicurezza dei ciclisti e illustrare diversi provvedimenti efficaci, attuabili e integrati nella pianificazione dei trasporti. Concretamente si dovrà chiarire la possibilità di migliorare l'attuazione degli approcci collaudati come la pianificazione della rete, la gestione della velocità o la sensibilizzazione dei ciclisti e degli automobilisti.

L'introduzione al forum sarà curata da Brigitte Buhmann, direttrice dell'upi. In seguito, il rinomato esperto Gert Jan Wijlhuizen dell'Istituto SWOV dei Paesi Bassi competente per la sicurezza stradale, illustrerà come nei Paesi Bassi è stata migliorata la sicurezza dei ciclisti. Dopodiché, vari rappresentanti della politica, delle autorità cittadine e della tecnica del traffico discuteranno la necessità di intervento.

Il forum dell'upi si rivolge a politici, autorità e specialisti della prevenzione nonché altri esperti del settore. È auspicabile una partecipazione attiva al dibattito.

Programma
(Relazioni in tedesco e inglese, traduzione simultanea in francese, tedesco e inglese)

15.00 Saluto
Brigitte Buhmann, direttrice upi

15.15 Improving cyclist safety through scientific research
Gert Jan Wijlhuizen, SWOV, The Hague, The Netherlands

15.50 Dibattito
Conduzione: Stefan Siegrist, direttore supplente upi

Partecipanti
Gert Jan Wijlhuizen, SWOV, The Hague, The Netherlands
Regula Rytz, Consigliera nazionale, Presidente dei Verdi svizzeri
Thierry Burkart, Consigliere nazionale, membro della Commissione dei trasporti, vicepresidente del TCS
Stéphane Bolognini, Delegato biciclette Città di Losanna
Brigitte Buhmann, direttrice upi
Patrick Eberling, Capo Tecnica del traffico upi

16.50 Domande dal pubblico e conclusione

17.15 Aperitivo

Metodo

  • Presentazione
  • Discussione


  • Numero di partecipanti
    250

    Costi
    gratuito

    Luogo
    Kongress und Kursaal Bern AG
    Kornhausstrasse 3
    3000 Berna 22

    -1

     ‭(Nascosta)‬ Riutilizzo elemento catalogo