Con la cintura di sicurezza contro gli infortuni sportivi

Con la cintura di sicurezza contro gli infortuni sportivi
Nel frattempo, in Svizzera gli incidenti gravi nello sport hanno superato quelli del traffico stradale. L’UPI lancia una nuova campagna sport per sensibilizzare all’aspetto della sicurezza. Il direttore dell’UPI Stefan Siegrist spiega la situazione e come la cintura di sicurezza aiuterà a prevenire gli infortuni sportivi.

Stefan Siegrist, sciare è più pericoloso di andare in moto?

È un’affermazione un po’ troppo generica, ma effettivamente in Svizzera gli incidenti sulle piste da sci sono circa il doppio rispetto a quelli in sella a una motocicletta.

Quindi sulla moto sono più al sicuro che sugli sci?

Anche in questo caso non si può rispondere genericamente con un sì o con un no. Le persone che sciano in Svizzera sono più numerose delle persone che vanno in moto. Bastano alcune cifre per dimostrarlo: ogni inverno, circa 3,5 milioni di sportivi della neve che vivono in Svizzera raggiungono le montagne. Per contro, in tutto il Paese sono registrate «solo» circa 740 000 motociclette. Ma se le cifre d’incidente sono così alte è anche perché da noi tante persone praticano sport (e non solo quello su neve).

A quanto ammontano attualmente?

Ogni anno si verificano circa 420 000 infortuni sportivi, di cui 51 000 con ferite gravi o medio gravi. Si tratta di una cifra quattro volte superiore ai dati della circolazione stradale. Oltre a sofferenze e dolori, le conseguenze sono costi materiali annui superiori ai tre miliardi di franchi. Una realtà, questa, di cui molti non sono consapevoli.

Allora è vero che lo sport fa male!

(ride) Ovviamente no! Lo sport fa bene alla salute. Ed è fantastico che le persone in Svizzera siano così attive. Bisogna tuttavia essere consapevoli del fatto che anche nello sport i rischi d’incidente sono in agguato, nonostante sia un’attività divertente del tempo libero, spesso praticata come valvola di sfogo per rilassarsi e mantenersi sani. O meglio: soprattutto per questo. Infatti, quando facciamo sport non pensiamo innanzitutto alla prevenzione degli infortuni. Con la nostra nuova campagna sport desideriamo invece portare più consapevolezza.

Prima di giocare una partita a calcio si dovrebbe dunque fare un controllo della sicurezza?

L’obiettivo della campagna sport è quello di creare una consapevolezza sul fatto che gli infortuni sportivi non sono banali e che ogni anno ne succedono troppi. Consapevolezza sul fatto che in realtà è molto semplice ridurre il rischio di incidenti nello sport: con l’equipaggiamento, la preparazione e la tecnica giusti. Su upi.ch proponiamo i nostri consigli con i suggerimenti di sicurezza per oltre 70 discipline sportive.

L’UPI dove prende questi suggerimenti di sicurezza?

L’UPI si avvale di un team interdisciplinare composto da statistici, ingegneri, psicologi e ricercatori del movimento. Pertanto, disponiamo di un ampio bagaglio di conoscenze nell’ambito della prevenzione degli incidenti sportivi. Sviluppiamo i nostri consigli sulla prevenzione secondo il principio della pratica basata sull’evidenza, concentrandoci specialmente sugli sport in cui si verificano particolarmente tanti incidenti gravi: ad es. sport sulla neve, sport acquatici o sport di squadra come calcio, pallamano o hockey su ghiaccio.

Gli sportivi sui manifesti indossano una cintura di sicurezza. Perché il confronto con la circolazione stradale?

Sappiamo tutti che nel traffico possono verificarsi situazioni difficili e incidenti. Purtroppo, ne abbiamo notizia quasi ogni giorno dalla radio. La consapevolezza verso la prevenzione degli infortuni nella circolazione stradale è molto sviluppata. Diversamente dallo sport, dove questa consapevolezza non è sempre presente. In auto, ad esempio, allacciamo automaticamente la cintura. Il nostro intento è consolidare in modo altrettanto forte nello sport l’idea della sicurezza: chiunque lo pratichi dovrebbe pensarci. La cintura di sicurezza, simbolo di protezione nella circolazione stradale, richiama l’attenzione alla sicurezza nello sport.

Finora, l’UPI era nota soprattutto per le sue campagne di prevenzione nel traffico stradale. Perché una nuova campagna sport?

L’UPI è attiva da più di 80 anni. Inizialmente, il tema predominante era la sicurezza nella circolazione stradale, poiché in questo ambito si registrava il maggior numero di incidenti gravi e mortali. Nel frattempo questo è cambiato. Negli ultimi anni in Svizzera lo sport e il movimento nel tempo libero hanno acquisito sempre maggiore rilevanza. Il rovescio della medaglia di questa evoluzione positiva è che oggi nello sport si verifica un numero nettamente più alto di incidenti rispetto alla circolazione stradale. Di conseguenza, l’UPI mantiene alta la guardia anche sul fronte dalla prevenzione degli infortuni nello sport.

Suggerimenti per oltre 70 sport diversi

Su upi.ch trovi i suggerimenti di sicurezza per più di 70 sport. Cerca la tua disciplina sportiva, consultando il link:

shopping_cart
Vai al carrello
0

Congratulazioni, la sicurezza nello sport è importante per te.

Scopri i preziosi consigli dell’UPI per la tua attività sportiva.

Congratulazioni, la sicurezza nello sport è importante per te.