Presa di posizione

Sistemi di assistenza alla guida La Svizzera deve adottare gli standard europei

I sistemi di assistenza alla guida hanno permesso di ridurre il numero degli incidenti automobilistici sulle strade svizzere. Tuttavia, molti modelli non li montano ancora di serie. È su questo aspetto che interviene un nuovo regolamento europeo: dal luglio 2022 tutti i modelli di nuova omologazione che verranno introdotti sul mercato UE dovranno essere dotati di determinati sistemi di assistenza alla guida, mentre dal luglio 2024 questo requisito sarà applicabile a tutte le autovetture in commercio. L’UPI accoglie positivamente questa decisione.

A partire dal 6 luglio 2022, tutte le nuove serie di veicoli immesse sul mercato UE dovranno essere equipaggiate di moderni sistemi di sicurezza. Esattamente due anni dopo i veicoli che non offriranno queste funzionalità non potranno più essere ammessi alla circolazione nell'UE. Secondo l'UPI, la decisione dell'UE è un segnale importante anche per l'attività di prevenzione in Svizzera.

Anche il nostro Paese dovrà adeguare i requisiti tecnici per l'immatricolazione. Vista la possibilità di recepire gli standard europei, è fondamentale che in futuro ammetta alla circolazione solo veicoli nuovi dotati di sistemi di assistenza alla guida rilevanti per la sicurezza. La Confederazione è quindi chiamata a intraprendere i passi necessari.

Gli assistenti in questione

Assistente alla frenata d’emergenza: si tratta di un sistema di sicurezza attivo che frena automaticamente il veicolo se c’è un rischio di collisione. Permette di evitare le collisioni e di ridurne le conseguenze. In Svizzera questi sistemi sono già oggi obbligatori per le automobili e gli autofurgoni di nuova immatricolazione di peso superiore a 3,5 t, ma in futuro dovrebbero far parte dell’equipaggiamento di serie anche di tutte le altre automobili. Diversi studi dimostrano che in caso di tamponamento un conducente su due esita troppo a frenare o non frena affatto. Grazie a un assistente alla frenata d’emergenza (con allerta di collisione frontale) la frequenza di questi incidenti potrebbe essere ridotta del 38-50%.

Sistema di emergenza di mantenimento della corsia: aiuta il conducente a restare in carreggiata. Interviene al più tardi quando il veicolo sta per abbandonare la corsia. L’uscita di strada dovuta ad esempio a distrazione, stanchezza o abbagliamento può provocare incidenti gravi. Il sistema per il mantenimento della corsia permette di evitare un incidente di questo tipo su dieci. Funziona tuttavia solo se la segnaletica orizzontale è ben leggibile.

Adattatore intelligente della velocità: segnala al conducente il limite di velocità in vigore sul tratto di strada che sta percorrendo, idealmente con una contropressione del pedale del gas, altrimenti con un segnale acustico o ottico.

Oltre a questi sistemi, nell’UE sono obbligatori i rilevatori della stanchezza e dei cali di concentrazione, l’assistente alla guida in retromarcia e altri sistemi di sicurezza come le luci per frenate d’emergenza, le scatole nere e il controllo della pressione degli pneumatici.

smartrider.ch: tutto sui sistemi di assistenza alla guida

Sul portale dell'UPI smartrider.ch chi possiede un’auto o desidera acquistarne una si può informare facilmente sui sistemi di assistenza alla guida disponibili sul mercato e trovare il modello che meglio risponde alle sue esigenze. Il portale spiega il funzionamento dei vari sistemi attraverso filmati d’animazione e ne valuta il grado di sicurezza. Mette inoltre a confronto i vari modelli e i sistemi di cui sono dotati.

shopping_cart
Vai al carrello
0

Congratulazioni, la sicurezza nello sport è importante per te.

Scopri i preziosi consigli dell’UPI per la tua attività sportiva.

Congratulazioni, la sicurezza nello sport è importante per te.