Presa di posizione

I controlli della velocità sono necessari per la sicurezza stradale

Una delle principali misure di prevenzione degli infortuni è costituita dai controlli della velocità, il cui effetto viene amplificato se la polizia procede a un'informazione offensiva sui controlli. Al fine di mantenere alta l'aspettativa dei conducenti di essere controllati è necessario che una parte dei controlli della polizia sia imprevedibile.

L'eccesso di velocità è tra le più significative cause di incidente. Lo scopo dei controlli della polizia è di ricordare l'importanza dei limiti di velocità, oltre che di esercitare un effetto deterrente su chi tende a superarli.

Al fine di mantenere alta l'aspettativa dei conducenti di essere controllati in qualsiasi momento e luogo è necessario che una parte dei controlli della polizia sia imprevedibile. A tale proposito vengono impiegati gli apparecchi di controllo mobili azionati da un veicolo in movimento o dal bordo della strada. Questi raggiungono la massima efficacia quando sono imprevedibili e riconoscibili dai conducenti solo all'immediato passaggio del controllo.

Inoltre, si prevede l'utilizzo di sistemi di misurazione stazionari e semistazionari, installati in modo ben visibile sul bordo della strada o sui semafori, i quali svolgono anche la funzione di prevenzione diretta degli infortuni, soprattutto se posizionati nei punti pericolosi. Qui infatti i conducenti si attengono in misura superiore alla media ai limiti di velocità in vigore. L'upi accoglie con favore il fatto che la polizia pubblichi i luoghi in cui sono installati questi apparecchi di misurazione e informi in modo offensivo sullo scopo e sui risultati dei controlli.

L'upi raccomanda altresì di attuare il più rapidamente possibile le sanzioni (multe, ritiro della patente ecc.), così da creare un rapporto diretto tra il reato commesso e la punizione e rendere dunque più efficaci le sanzioni.

I controlli della velocità devono anche essere «imprevedibili»

I conducenti devono attendersi in qualsiasi momento e luogo dei controlli della polizia imprevedibili e non comunicati. L'obbligo di comunicare tutti i punti radar inviterebbe i conducenti che tendono a superare i limiti di velocità a non rispettarli proprio più.

In Ticino, il Gran Consiglio ha deciso che i punti dei controlli mobili vanno segnalati 200 metri prima. Nel canton Basilea Campagna, con un intervento parlamentare si chiede addirittura che tutte le misurazioni radar vengano annunciate, perdendo così il loro effetto generale di prevenzione degli infortuni. L'obbligo di comunicare tutti i punti radar, di fatto aggirerebbe le normative sulla velocità valide in Svizzera; una parte dei conducenti non rispetterebbe i limiti. Pertanto, tenendo conto della sicurezza di tutti gli utenti della strada (anche dei pedoni!), l'upi ribadisce con fermezza il suo no a un obbligo parziale o totale di comunicazione dei punti di controllo della velocità.

shopping_cart
Vai al carrello
0

Congratulazioni, la sicurezza nello sport è importante per te.

Scopri i preziosi consigli dell’UPI per la tua attività sportiva.

Congratulazioni, la sicurezza nello sport è importante per te.