Comunicato stampa | 3 marzo 2020

Sistemi di assistenza alla guida Assistenti spesso disattivati volontariamente

In Svizzera sempre più veicoli sono equipaggiati con sistemi di assistenza alla guida che permettono in molti casi di evitare incidenti gravi. Pur facendo aumentare il prezzo d'acquisto dell'automobile, questi ausili sono un vero valore aggiunto. Un recente sondaggio dell'UPI rivela tuttavia che spesso gli automobilisti li disattivano volontariamente. Un conducente su dieci rinuncia addirittura a utilizzarli benché il veicolo ne sia equipaggiato.

In Svizzera sono in aumento i veicoli dotati di sistemi di assistenza alla guida e, parallelamente, diminuiscono gli incidenti stradali. Dal 2022, tutti i nuovi veicoli a motore immessi sul mercato europeo dovranno essere equipaggiati con sistemi di sicurezza avanzati. L'UPI considera questa decisione dell'Unione europea un segnale forte per la prevenzione degli incidenti e ritiene fondamentale che anche la Svizzera prenda provvedimenti in questo senso.

Più saranno numerosi i veicoli dotati di sistemi di assistenza alla guida, maggiori saranno i benefici in termini di sicurezza stradale. Un recente sondaggio dell'UPI evidenzia però che gli automobilisti disattivano volontariamente questi sistemi. Solo un automobilista su due, per esempio, circola con l'assistente al mantenimento della corsia sempre attivato. Il 10% dei conducenti il cui veicolo è dotato di questo sistema non lo accende addirittura mai.

Sistemi disattivati soprattutto dagli uomini

L’assistente alla frenata d'emergenza è il sistema più usato dagli automobilisti: l'80% lo tiene sempre attivato. Il riconoscitore di segnali e l'assistente fari abbaglianti sono attivati in due automobili su tre. In generale gli uomini sono più propensi a disattivare gli ausili alla guida rispetto alle donne.

Secondo Nadia Ingenhoff, esperta dell'UPI, il fatto che alcuni sistemi possano intervenire in modo non appropriato potrebbe indurre gli automobilisti a disattivarli per evitare disagi durante la guida. «È vero che i primi modelli non funzionavano sempre in modo ineccepibile, ma la tecnologia ha compiuto importanti passi avanti: oggi i sistemi sono molto affidabili e rappresentano un vero valore aggiunto in termini di sicurezza stradale», precisa la specialista.

Un valore aggiunto

Alcuni anni fa, i sistemi di assistenza alla guida erano costosi e disponibili solo per le automobili di lusso. Oggi numerosi sistemi sono integrati di serie nei veicoli della classe media. Nadia Ingenhoff consiglia agli automobilisti di informarsi sui diversi sistemi, in particolare sull'assistente alla frenata d'emergenza, il sistema di emergenza di mantenimento della corsia e l'adattatore intelligente della velocità. Anche se fanno aumentare il prezzo d'acquisto dell'automobile, questi sistemi costituiscono sempre un plusvalore.

Sul sito dell'UPI smartrider.ch, chi possiede un’automobile o desidera acquistarne una può informarsi facilmente sui sistemi di assistenza alla guida e trovare il modello che meglio risponde alle sue esigenze. Il portale spiega il funzionamento dei vari sistemi attraverso filmati d’animazione e ne valuta il grado di sicurezza. Mette inoltre a confronto i vari modelli e i sistemi di cui sono dotati.

Servizio

shopping_cart
Vai al carrello
0