Comunicato stampa | 11 maggio 2017

Le immersioni in Svizzera impongono competenze specifiche Buone bolle nei laghi e fiumi svizzeri

Sempre più persone si dedicano alla subacquea per poter scoprire l'affascinante mondo sommerso. Per facilitare l'organizzazione di immersioni sicure nei siti prevalentemente impegnativi, l'UPI, Ufficio prevenzione infortuni, ha pubblicato con i principali partner del settore la nuova edizione dell'opuscolo «Immersioni in Svizzera». Inoltre, anche un nuovo video dell'upi fornisce dei consigli per le immersioni in Svizzera.

Gli incidenti subacquei sono piuttosto rari, ma se succede qualcosa è fondamentale reagire in modo corretto. Dai dati statistici emerge che in Svizzera ogni anno muoiono 4 subacquei. La subacquea infatti presenta una letalità elevata negli sport acquatici. «Questo significa che in caso d'incidente subacqueo, la probabilità di un esito mortale è elevato», spiega Antonio Cifelli, consulente Subacquea dell'upi e istruttore subacqueo. Per questo motivo l'Ufficio per la Prevenzione degli Infortuni Subacquei UIS, la Federazione Svizzera di Sport Subacquei FSSS e l'UPI, Ufficio prevenzione infortuni, nonché i partner nazionali e internazionali principali nell'ambito degli sport acquatici e della subacquea hanno rivisto l'opuscolo «Immersioni in Svizzera».

L'importanza di una buona formazione

Come pianifico un'immersione sicura? Come mi comporto in caso di emergenza sott'acqua? «È fondamentale frequentare dei corsi presso una scuola sub seria e professionale. Oltre agli standard internazionali, bisogna tener conto anche delle peculiarità delle acque svizzere», spiega Daniel Schmid, presidente regionale DRS della FSSS. Per questo motivo si raccomanda ai subacquei che hanno conseguito il loro brevetto all'estero di svolgere un'immersione di prova se desiderano immergersi in Svizzera. Infine il mondo subacqueo va sempre esplorato con un compagno d'immersione.

Immersioni in fiumi e torrenti

Nella versione nuova dell'opuscolo «Immersioni in Svizzera» è stato approfondito il capitolo «Immersioni nei fiumi». I fiumi Aare, Reno, Areuse, Verzasca e Maggia sono mete molto ambite dai subacquei nazionali e internazionali. Specialmente i torrenti Verzasca e Maggia richiedono, oltre a esperienza e abilità, dei preparativi accurati e un'attrezzatura speciale. Inoltre, in base a uno studio è stato inserito il consiglio di effettuare sempre uno stop di controllo al momento della discesa. Questa misura di sicurezza permette per esempio di scoprire in tempo un eventuale problema all'attrezzatura. Infine l'opuscolo elenca i siti e le applicazioni più utili che informano sui siti d'immersione e sui punti per ricaricare le bombole.

shopping_cart
Vai al carrello
0

Congratulazioni, la sicurezza nello sport è importante per te.

Scopri i preziosi consigli dell’UPI per la tua attività sportiva.

Congratulazioni, la sicurezza nello sport è importante per te.