Comunicato stampa | 7 dicembre 2021

Incidenti stradali Le differenze regionali si attenuano

In passato, Ticino e Svizzera romanda erano più colpiti dai problemi legati alla sicurezza stradale rispetto alla Svizzera tedesca. Una nuova analisi dell’UPI ha messo in evidenza che nel 2021 queste disparità regionali sono meno pronunciate. Per contro, il profilo degli incidenti non ha subito grandi cambiamenti e i problemi di sicurezza specifici delle regioni in generale sono rimasti gli stessi.

Molti aspetti di sicurezza del nostro Paese vengono regolarmente analizzati per regione linguistica, e la circolazione stradale non fa eccezione. Nel 2010 l’UPI aveva approfondito la questione, osservando notevoli differenze regionali. Lo studio è stato aggiornato nel 2021 (pubblicato solo in francese), giungendo alla conclusione che mentre le disparità tra regioni linguistiche tendenzialmente si riducono, il profilo degli incidenti resta per lo più invariato.

Calo del rischio di incidenti gravi in tutta la Svizzera

Nell’insieme si riscontra una diminuzione del rischio d’incidenti gravi in tutte le regioni linguistiche. Rispetto al 2010, il calo più marcato si registra in Ticino con una media di 51 persone ferite gravemente o mortalmente su 100 000 abitanti (99 nel 2010). In Svizzera romanda la riduzione si attesta a 49 (74) e in Svizzera tedesca a 45 (54). Un altro dato riguarda la letalità - ossia il rischio di morire in seguito alle ferite riportate da un incidente stradale - che è a sua volta diminuita in tutte le tre regioni linguistiche.

Parallelamente a questa evoluzione, nel complesso positiva in tutto il Paese, le caratteristiche specifiche di ogni regione permangono, anche se tendono ad attenuarsi. Ad esempio, la velocità riveste un’importanza maggiore negli incidenti stradali in Svizzera tedesca e in Svizzera romanda rispetto al Ticino. Lo stesso vale per l’alcol, più spesso all’origine degli incidenti gravi in Svizzera romanda e in Ticino che in Svizzera tedesca.

Le disparità constatate hanno cause differenti e vengono influenzate da diversi fattori, tra cui le opinioni e i comportamenti degli utenti stradali nelle regioni. Una delle ragioni per cui in Ticino si registrano meno incidenti legati alla velocità risiede in una percezione soggettiva più forte del rischio di imbattersi in un controllo. A tale proposito, in Ticino (rispetto alla Svizzera tedesca e alla Svizzera romanda) l’affermazione secondo cui si sarebbe più sicuri rispettando i limiti di velocità riscuote un maggiore consenso.

Gli svizzero-tedeschi usano di più la bicicletta

In passato, in tutto il Paese gli occupanti di un’automobile rappresentavano il gruppo di utenti stradali più coinvolti negli incidenti gravi. Attualmente, invece, la percentuale maggiore è costituita da utenti su due ruote: motociclisti in Svizzera romanda e in Ticino, e ciclisti (motorizzati e non) in Svizzera tedesca.

Questo è principalmente riconducibile ai mezzi di spostamento utilizzati nelle varie regioni. Gli svizzero-tedeschi percorrono distanze mediamente due volte più lunghe in bicicletta delle persone domiciliate nelle altre regioni, e la percentuale di persone che dichiarano di usare la bici (quasi) tutti i giorni è nettamente superiore in Svizzera tedesca (12%) rispetto al resto della Svizzera (4%), dove le distanze percorse in moto sono maggiori.

Dai risultati dello studio dell’UPI emerge quanto sia fondamentale proseguire con l’attuazione di misure preventive specifiche delle caratteristiche regionali. Infatti, a seconda dei problemi di sicurezza può rivelarsi necessario attribuire la priorità ad aspetti di prevenzione diversi. Anche in futuro, pertanto, il lavoro dell’UPI sarà incentrato su questo principio. È indispensabile che le disparità regionali siano altresì tenute in considerazione dalla politica nazionale della sicurezza stradale se si vuole raggiungere l’obiettivo posto dall’Ufficio federale delle strade (USTRA), vale a dire ridurre entro il 2030 il numero di vittime nella circolazione stradale svizzera a meno di 100 e quello dei feriti gravi a meno di 2500.

Servizio

  • Disparités régionales – Analyse de la sécurité routière dans les régions linguistiques suisses

    Ricerca e statistica, Scheda informativa A4, 26 pagine, 2.397, N° DOI 10.13100/BPA.2.397.02.2021
    picture_as_pdf Scaricare PDF
shopping_cart
Vai al carrello
0

Congratulazioni, la sicurezza nello sport è importante per te.

Scopri i preziosi consigli dell’UPI per la tua attività sportiva.

Congratulazioni, la sicurezza nello sport è importante per te.