Comunicato stampa

Giornata della luce 2019 Stagione buia = abbigliamento chiaro

Al crepuscolo e di notte il rischio di incidenti gravi nella circolazione stradale è maggiore. L’occhio umano non è in grado di distinguere chiaramente colori e dettagli come durante il giorno. Spesso, pedoni e ciclisti che circolano senza luci o elementi rifrangenti vengono quindi individuati troppo tardi. L’UPI, insieme alla polizia e ad altri partner, in occasione della «Giornata della luce» di domani svolgerà diverse iniziative a livello svizzero, volte a sensibilizzare la popolazione.

Al crepuscolo e di notte il rischio di incidenti gravi nella circolazione stradale aumenta. Sono particolarmente a rischio gli utenti stradali più deboli, ossia chi si sposta a piedi o in bicicletta. Una delle cause d’incidente è la scarsa visibilità di questi utenti stradali che non vengono riconosciuti per tempo se vestiti di scuro e senza luci o elementi rifrangenti. La visuale viene ulteriormente ridotta da pioggia, nebbia o neve.

Visibilità: 25 metri in caso di abbigliamento scuro, 40 metri se i vestiti sono chiari

Su strada asciutta un’automobile che viaggia a 50 km/h necessita di circa 40 metri per arrestarsi completamente (spazio di reazione più spazio di frenata). Nel solo tempo di reazione l’automobile non frenata percorre ancora 28 metri. Tuttavia, un pedone vestito con abiti scuri al buio viene individuato dalla luce dei fari solo a partire da una distanza di circa 25 metri, il che significa che l’automobile investirebbe la persona ancora in piena velocità. Un abbigliamento chiaro rende visibili già a partire da una distanza di 40 metri e, aggiungendo anche del materiale rifrangente, come ad es. un giubbotto, può ancora migliorare in modo significativo.

Iniziative per la sensibilizzazione

Il 7 novembre si terrà la 13a edizione della «Giornata della luce». La campagna MADE VISIBLE vuole attirare l’attenzione della popolazione sul fatto che al crepuscolo e di notte sulle strade sussiste un rischio d’incidente superiore. Insieme alla polizia e ad altri partner l’UPI svolge diverse iniziative per sensibilizzare la popolazione a questa problematica.

Nuova esposizione nel Museo Svizzero dei trasporti

In aggiunta alla campagna, al Museo Svizzero dei trasporti l’esposizione «SEE YOU» dell’UPI è stata ampliata con un elemento audiovisivo: sei schermi mostrano contemporaneamente una situazione sulle strisce pedonali. Da una parte vi sono passanti vestiti di scuro, dall’altra passanti con abiti chiari. La simulazione di diversi orari e situazioni meteorologiche mette in evidenza ai visitatori come la visibilità dei passanti cambia di giorno, di notte, in caso di pioggia, neve o nebbia. La videoinstallazione è disponibile anche online.

I consigli più importanti

Per pedoni e ciclisti

  • Se indossi vestiti chiari con elementi in materiale rifrangente aumenti la tua visibilità.
  • Le luci LED bianche e statiche per abbigliamento ti rendono più visibile sulle strade di campagna buie.
  • Sono particolarmente efficaci i materiali rifrangenti alle caviglie e ai polsi.
  • Per la bicicletta sono prescritti luci e riflettori anteriori (bianchi), posteriori (rossi) e sui pedali (gialli).
  • Con un giubbotto rifrangente aumenti ulteriormente la tua visibilità di notte.

Per bambini e genitori

  • Vestiti e cartelle con superfici in materiale rifrangente migliorano la visibilità.
  • Fai indossare a tuo figlio la bandoliera «Triki» o il giubbotto rifrangente anche fuori dal percorso casa-scuola.
  • I materiali rifrangenti alle caviglie e ai polsi sono particolarmente efficaci anche per i bambini.

Per gli automobilisti

  • Riduci la velocità, ovvero adegua la tua guida alle condizioni meteo e di visibilità.
  • Accendi le luci e controlla che i fari funzionino.
  • Tieni puliti e sgomberi da neve e ghiaccio il parabrezza e il unotto.
shopping_cart
Vai al carrello
0