SPRACHE

Ricerca

​Ricerca

In qualità di centro di competenza, l’upi ha il compito di attuare una prevenzione basata sulla conoscenza. Pertanto, le sue attività sono orientate agli ultimi standard della ricerca e alle regole comuni di good practice per la prevenzione. L’upi acquisisce le sue conoscenze specialistiche in parte dai propri progetti di ricerca, in parte da incarichi per progetti di ricerca conferiti a terzi. Così può raccogliere tutte le informazioni disponibili a livello mondiale. La ricerca di risposte adeguate su dove e come intervenire rappresenta per l’upi il punto di partenza per gestire le proprie attività di prevenzione e, laddove possibile, anche quelle di altre associazioni in Svizzera.

Un aspetto fondamentale per adempiere a questo compito strategicamente importante è costituito dal rilevamento e dalla valutazione del livello di sicurezza nella circolazione stradale, nello sport nonché in casa e nel tempo libero. Questo comprende anche la rilevazione e descrizione della situazione dell’infortunio secondo i metodi dell’epidemiologia descrittiva. Un’attenzione particolare viene rivolta alle tendenze dell’incidentalità (ad es. evoluzione demografica, mutamento del comportamento nel tempo libero o aumento dei veicoli elettrici). La rilevazione e valutazione del comportamento di rischio e di sicurezza costituisce inoltre la premessa basilare per la pianificazione di misure di prevenzione efficaci ed economiche.

Oltre a questo lavoro di base, la ricerca dell’upi agisce anche nella pianificazione e realizzazione di misure preventive concrete (ad es. test preliminari sui corsi nell’ambito della formazione in 2 fasi dell’istruzione alla guida, test relativi all’effetto di campagne di manifesti o allo sviluppo di nuovi attacchi da sci).

Infine, nel campo di attività della ricerca upi rientra altresì la valutazione di misure attuate. I risultati di queste analisi vengono fatti confluire il prima possibile nella pianificazione di nuove misure.

 

Risculti ricera

Download i materiali

 

Politica della sicurezza stradale: basi Via sicura

Basi dell’upi, Auswirkungen der Via sicura-Massnahmen, Rapporto finale, upi, 2010 – solamente in tedesco 
Basi dell’upi, Auswirkungen der Via sicura-Massnahmen, Rapporto finale, bfu, 2010 (misure) – solamente in tedesco
Il programma d’intervento della Confederazione per una maggiore sicurezza sulle strade svizzera, USTRA, 2005

 

Articoli e pubblicazioni

Lista delle pubblicazioni dell'upi

Conferenze

 

​ETSC – European Transport Safety Council

Per la prima volta dal 2001, il numero di morti sulle strade europee nel 2015 è aumentato rispetto all'anno precedente. 

Nel 2015, i morti sulle strade europee sono stati 26 300, ovvero l’1% in più rispetto al 2014. Questo è quanto emerge da un rapporto pubblicato in giugno dal Consiglio europeo per la sicurezza dei trasporti (ETSC) che raccoglie i dati di 28 stati membri dell’Ue, della Svizzera, della Norvegia, della Repubblica di Serbia e d’Israele.

Scarica il rapporto qui...​

Altre informazioni ETSC (in inglese)