SPRACHE
Galleria autostradale del San Gottardo

In relazione al previsto risanamento della galleria autostradale del San Gottardo, attualmente si discute della realizzazione di una seconda canna. L'upi, Ufficio prevenzione infortuni ha analizzato le possibili conseguenze di questo progetto sull'incidentalità.

Dal punto di vista della sicurezza stradale si può osservare che tra il 1999 e il 2009, ogni anno nella galleria autostradale del San Gottardo si sono infortunate mediamente 10 persone. Nella media annuale, le vittime mortali sono state 1,1. A titolo comparativo: nello stesso periodo, la media delle vittime di incidenti stradali in tutta la Svizzera superava i 28 000 (di cui 470 mortali).

Effetto di un raddoppio del Gottardo con un volume di traffico invariato

Secondo alcune analisi scientifiche, l'ampliamento di un tunnel da una a due canne ridurrebbe di una buona metà il numero di incidenti. Nel caso della galleria del San Gottardo, il guadagno in termini di sicurezza sarebbe presumibilmente di circa 5 infortunati (4 feriti leggeri, 1 ferito grave e 1 vittima mortale ogni due anni). Sul fronte economico si risparmierebbero ogni anno 2,3 mln CHF. L'analisi in questione si basa sul periodo compreso tra il 1992 e il 2012.

La realizzazione di una seconda canna eviterebbe, calcolando un periodo di esercizio pari a 40 anni, circa 220 infortunati, di cui circa 160 feriti leggeri, 40 feriti gravi e 20 vittime mortali. In 40 anni, il guadagno di sicurezza derivante dai costi degli incidenti risparmiati equivale a circa 90 milioni di franchi.

Documento

Basi dell'upi «Galleria autostradale del San Gottardo»

Gennaio 2014