SPRACHE

Campagne – Velocità adeguata

Campagna per la velocità adeguata

 

Franky Slow Down sensibilizza gli utenti della strada a guidare a velocità moderata 

 
Una delle cause più frequenti degli incidenti stradali in Svizzera è l’eccesso di velocità. Per questo, l’Associazione Svizzera d’Assicurazioni ASA e l’upi – Ufficio di prevenzione infortuni – su commissione del Fondo di Sicurezza Stradale FSS, lancia la campagna di prevenzione «Slow Down. Take it Easy». L’angioletto Franky Slow Down motiverà i giovani automobilisti e i motociclisti di tutte le fasce di età ad adattare la velocità di guida alle condizioni di percorribilità, di traffico e di visibilità stradale, nonché alle proprie capacità. 

L’eccesso di velocità alla guida è ancora oggi una delle cause principali degli incidenti gravi e mortali che avvengono in Svizzera. Velocità eccessiva non significa però necessariamente che il conducente coinvolto superi i limiti di velocità. Spesso, la velocità di guida non è adeguata alle condizioni del manto stradale, del traffico o di visibilità, oppure il conducente sopravvaluta le proprie capacità. Quando il fondo stradale è bagnato, in presenza di curve strette, di notte o in caso di nebbia, 80 km/h sulle strade cantonali possono essere eccessivi. Le statistiche parlano chiaro: negli ultimi cinque anni, in media 130 persone hanno perso la vita in incidenti causati da velocità inadeguata. Particolarmente spesso sono coinvolti giovani automobilisti di età compresa tra i 18 e i 30 anni e motociclisti.

Per questo motivo, l’Associazione Svizzera d’Assicurazioni ASA e l’upi – Ufficio prevenzione infortuni – lanciano la campagna di prevenzione stradale "Slow down. Take it easy", mirata a sensibilizzare queste categorie a rischio ad una velocità di guida adeguata. Ad apportare un contributo importante a sostegno della campagna, anche motosuisse, la Comunità di Lavoro dei Capi di Polizia della Circolazione della Svizzera e del Principato del Liechtenstein (ACVS) e il TCS.


Destare emozioni positive anziché paura 

La campagna "Slow down. Take it easy" con il suo messaggio si rivolge a giovani automobilisti e motociclisti. In questa campagna, l’Associazione Svizzera d’Assicurazioni e l’upi non fanno leva sul fattore della paura, bensì su un approccio emotivo positivo al tema: guidare più lentamente è divertente.

Messaggero della campagna è l’angioletto Franky Slow Down. Con la loro canzone "Slow down", l’angioletto e la sua band "Da Sign & The Opposite" esortano in modo simpatico automobilisti e motociclisti a scalare la marcia. La canzone è stata composta dal famoso produttore Roman Camenzind. La campagna, oltre ad avvalersi di spot televisivi e cartelloni pubblicitari, sarà completata da una strategia on-line mirata.

​Il simulatore di frenata permetterà di provare l’impatto della velocità sulla frenata, mentre il simulatore d’urto mostrerà in modo drastico come influisce la velocità in una collisione, indipendentemente dal fatto che l’utente sia alla guida di un’auto o di una motocicletta.