SPRACHE

Campagne – Precedenza alla prudenza

​​​​​​​​

 
 

Spot TV

Nelle questioni di precedenza scegli sempre la cautela, poiché «non sai mai cosa ti può capitare... ». Ecco che cosa mostra lo spot TV della campagna per la tutela dei ciclisti.

La campag​na

La campagna per la tutela dei ciclisti di Pro Velo, ATA, upi, SUVA, TCS e della Polizia: «Precedenza alla prudenza. Non sai mai cosa ti può capitare!»

La crescente densità del traffico e la pressione temporale cui si è sempre più esposti nel quotidiano possono avere conseguenze fatali nella circolazione stradale. Nel 2014, 890 ciclisti e 145 e-biker si sono gravemente infortunati, 29 ciclisti e 5 e-biker sono morti. In ogni secondo caso d'incidente grave si è trattato di una collisione, per lo più con un'autom​obile. Spesso, la causa era riconducibile alla non osservanza del diritto di precedenza, sia da parte degli automobilisti che da parte dei ciclisti.

La campagna congiunta di Pro Velo, ATA, upi, SUVA, TCS e della Polizia, vuole rinunciare ad attribuire colpe ed è piuttosto orientata alla ricerca di soluzioni che sottolineino la convivenza nella circolazione stradale. Con la campagna «Precedenza alla prudenza. Non sai mai cosa ti può capitare!» si vuole sensibilizzare i ciclisti e gli automobilisti alle regole e ai comportamenti fondamentali per evitare le collisioni. La campagna è finanziata dal Fondo di sicurezza stradale. 


 

Pagina estern​​​a della campagna

www.prudenza-precedenza.ch 

​Vide​​​o

 


 


 
 


 

Ma​teriale informativo

Link