SPRACHE
>
>
​Quali valori limite di alcolemia si applicano ai diversi gruppi di conducenti di veicoli?
​Quali valori limite di alcolemia si applicano ai diversi gruppi di conducenti di veicoli?

 

Limite ordinario di 0,25 mg/l o 0,50 per mille

Dal 1° ottobre 2016 l’ebbrezza nella circolazione stradale viene di norma provata con l’analisi dell’alito, mentre all’esame del sangue si procede solo in caso di sospetto consumo di stupefacenti, su richiesta dell’interessato o nei casi eccezionali (ad es. patologie dell’apparato respiratorio). Pertanto, la modifica consiste unicamente nel tipo di controllo; i limiti del tasso alcolemico in vigore restano invariati. La novità riguarda sostanzialmente l’applicazione dei seguenti valori limite di alcolemia nella circolazione stradale (Ordinanza dell’Assemblea federale concernante i valori limite di alcolemia nella circolazione stradale):


 

Dal 1° gennaio 2017 questo principio vale anche nei casi seguenti (art. 2a cpv. 1bis Ordinanza sulle norme della circolazione stradale):

  • pompieri di milizia chiamati a svolgere interventi urgenti;
  • personale dei corpi pompieri professionisti, della polizia, del servizio doganale, della protezione civile e del servizio sanitario così come persone operanti per queste organizzazioni, durante lo svolgimento di interventi urgenti, soltanto se al momento della chiamata non sono in servizio regolare né di picchetto;
  • conducenti di veicoli mobilitati da unità di soccorso (ad es. per la rimozione di veicoli incidentati o di massi caduti), purché non di picchetto;
  • conducenti di veicoli pesanti adibiti al trasporto di merci con velocità massima per costruzione non superiore a 45 km/h;
  • conducenti di veicoli equiparati agli «autoveicoli di lavoro».

 

Divieto di guida sotto l’effetto dell’alcol

Gli ordinamenti particolari (divieto di guidare sotto l’effetto dell'alcol) si applicano ai sensi dell’articolo 2a dell’Ordinanza sulle norme della circolazione stradale nello specifico per i seguenti gruppi di conducenti di veicoli: 

  • durante lo svolgimento dell’attività di trasporto concessionario o internazionale di viaggiatori su strada;
  • durante il trasporto professionale di persone;
  • conducenti di veicoli a motore pesanti autorizzati al trasporto di merci (autocarri, trattori a sella pesanti e trattori con peso totale superiore a 3,5 tonnellate), a meno che non si tratti di uno dei casi speciali suesposti;
  • Trasferte nell’ambito di esercitazioni dei pompieri di milizia:
  • durante il trasporto di merci pericolose, con unità di trasporto soggette all’obbligo del contrassegno;
  • ai maestri conducenti, durante l’esercizio della professione;
  • ai conducenti, durante le corse di scuola guida e d’esercitazione;
  • agli accompagnatori, durante le corse di scuola guida;
  • ai titolari della licenza di condurre in prova, eccetto durante le corse con veicoli delle categorie speciali F, G e M.

Si parla di guida in stato l’ebbrezza quando il conducente presenta una concentrazione di alcol nell’alito pari o superiore a 0,05 mg/ l, una concentrazione di alcol nel sangue dello 0,10 per mille oppure se ha nell’organismo una quantità di alcol che determina una tale concentrazione (art. 2a cpv. 2 Ordinanza sulle norme della circolazione stradale).  

 ‭(Nascosta)‬ Riutilizzo elemento catalogo

 Prodotti sicuri

 

 

 Consulenza